L’ agriturismo

Casa Ronta è situata sulle colline Chiantigiane del Valdarno a 450 mt. sul livello del mare. La vista è unica. Possiamo ammirare le tipiche Balze, originate dalle incisioni dei corsi d’acqua, caratterizzate da una morfologia molto aspra, con scarpate e valli strette e ripide, coperte da una vegetazione fitta e rigogliosa. La loro formazione geologica risale al Pleistocene Superiore (circa 100.000 anni fa).

Si può ammirare l’intera vallata da Firenze ad Arezzo e nelle giornate di cielo sereno si vedono anche le montagne dell’Amiata tanto da essere soprannominata “La Terrazza del Valdarno“.

La casa è circondata da un vigneto Chianti, ulivi, boschetti e pinete, in una proprietà di circa 14 ettari, in un ambiente naturale ed incontaminato ideale per coloro che amano la tranquillità e gli spazi aperti.

Casa Ronta è stata recentemente ristrutturata e viene messa a disposizione degli ospiti tutto l’anno. I proprietari, che vivono in Casa Ronta, saranno lieti di ospitarvi in questo periodo in accoglienti appartamenti arredati in stile toscano.

C’è una piscina privata solo per gli ospiti della casa.

Produciamo vino e olio extra vergine di oliva nel territorio del Chianti.

Cenni storici (tratti dal Libro “Fra il Resco ed il Ciuffenna”) di Giampaolo Trotta.

Niccolò Libri (1693-1776) alla sua morte, lascia ai figli Guglielmo Vincenzio e Massimiliano Bonaventura le sue proprietà. Massimiliano, vista la sua minore età, avrà la sua definitiva divisione dei beni solo nel 1781. Tra i beni ereditati figura anche il “Podere Ronta” posto a monte della “Strada dei Sette Ponti“. L’architettura di Casa Ronta segue i canoni dell’epoca e le influenze del Granduca di Toscana Pietro Leopoldo che aveva posto al centro della riorganizzazione economica dello stato proprio l’agricoltura.